CONVOCAZIONE ASSEMBLEA PER ELEZIONE CONSIGLIO DIRETTIVO

__________________________________________________________


75 ANNI DI VESPA

A mezzogiorno del 23 aprile 1946, nelle stanze dell’Ufficio centrale dei brevetti per invenzioni, modelli e marchi del Ministero dell’Industria e del commercio di Firenze, inizia ufficialmente una storia che vive e pulsa ancora oggi: quella di Vespa. La Piaggio & C. Spa, per mezzo dello studio tecnico dell’ing. Achille Mannucci, presenta infatti la richiesta di brevetto per una “Motocicletta a complesso razionale di organi ed elementi con telaio combinato con parafanghi e cofano ricoprenti la parte meccanica”. Una definizione lunga e complessa, che in realtà identifica uno dei mezzi motorizzati più semplici che siano mai esistiti.
Si tratta dell’atto che ufficializza la decisione di Piaggio nell’imbarcarsi in un’avventura che ancora oggi prosegue con successo, dopo che segnali importanti erano arrivati in alcune precedenti occasioni: innanzitutto l’accoglienza riservata al nuovo motoscooter alcune settimane prima a Torino, quando la Vespa è stata presentata alla “Mostra della Meccanica e della Metallurgia”, e quindi a Roma, il 29 marzo, giorno in cui al Circolo del Golf dell’Acquasanta viene organizzata una presentazione, con dimostrazione pratica di guida, alla presenza di funzionari dell’Esercito americano e di un piccolo pubblico proveniente dall’alta borghesia cittadina.
Da quella fatidica primavera di settantacinque anni fa, il cammino della Vespa è stato un incessante susseguirsi di successi commerciali e di costume. Prodotta non solamente negli stabilimenti di viale Rinaldo Piaggio a Pontedera ma anche in Francia, Germania, Inghilterra, Belgio, Spagna e in altri Paesi extraeuropei nel corso degli anni, Vespa ha totalizzato nel tempo diciannove milioni di esemplari venduti e proposto una gamma di modelli continuamente rinnovata e adeguata alle sempre diverse esigenze della sua affezionata clientela.
Dalla prima 98, oggetto di culto per schiere di fan del veicolo d’epoca, sino alla 125 resa celebre da Gregory Peck e Audrey Hepburn nel film “Vacanze romane”, e poi con la 150 Gran Sport, la “Primavera” e il PX, senza dubbio il modello più venduto e ancor oggi visibile quotidianamente sulle nostre strade. Da non dimenticare che dall’introduzione della Vespa 50, nel 1963, i quattordicenni sono potuti entrare nel mondo della motorizzazione con uno scooter agile, economico e di grandissimo impatto sociale, che ha rappresentato uno degli elementi caratterizzanti dell’apparizione delle giovani generazioni nella società degli adulti.
Vespa è stata celebrata nel cinema, nelle arti, nella pubblicità, nella musica, nel design e su di essa sono stati scritte decine di libri di ogni genere: impossibile ricordare qui tutti i momenti in cui essa è stata presa a modello e i nomi di chi ha voluto riconoscerle significati che sono andati oltre il semplice mezzo meccanico utile alla mobilità individuale.
Nel corso degli anni, essa ha saputo radunare le persone attraverso il Vespa Club d’Italia, di cui il Vespa Club Pontedera è membro storico sin dagli anni Cinquanta, che ha saputo incarnare lo spirito di aggregazione e di amicizia che da sempre lega gli utilizzatori della Vespa.
Vespa tocca, nel 2021, i settantacinque anni di vita con la freschezza di una ragazzina che guarda al proprio passato con orgoglio e soddisfazione per essere stata una parte della vita di milioni di persone, ma al contempo getta uno sguardo verso il futuro e alle nuove forme di mobilità ecocompatibili.
Il Vespa Club Pontedera, in questa giornata che simbolicamente ricorda i primi passi della Vespa nella società italiana, si unisce a tutti i Vespisti del mondo nell’abbraccio virtuale alla Vespa e a tutti coloro, da Enrico Piaggio e Corradino D’Ascanio sino all’ultimo dei dipendenti Piaggio di ieri e di oggi, che in essa hanno sempre creduto.

IL TESSERAMENTO 2021E’ TERMINATO

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Continuando la navigazione, la tua accettazione è considerata implicita. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi